Home page



Home page > ADSL > L'Aquila 9 luglio 2011 - Raduno degli abruzzesi nel mondo
 
Prima pagina - ottimizzata per ADSL
Prima Pagina
?
Chi siamo
Biografia di Raffaele Mattioli
Raffaele Mattioli
- biografia -

Contattaci Contattaci
Novità e avvisi Novita' / Avvisi
Dove e quando ci incontreremo
Attività e incontri
Archivio fotografico
Archivio foto
Archivio video
Archivio video
Collegamenti ad altri siti
Collegamenti
Mappa del sito
Mappa del sito

UN SUCCESSO IL RADUNO DEGLI ABRUZZESI NEL MONDO A L'AQUILA

L’AQUILA - Gli Abruzzesi nel mondo,
per il loro primo Raduno all’Aquila la mattina di sabato 9 luglio, sono giunti nella cittadella della Guardia di Finanza, la Scuola per  Ispettori  e  Sovrintendenti  nei  pressi dell’aeroporto di Preturo, provenienti dai cinque continenti e dalle altre regioni italiane. Ad accoglierli lo staff organizzativo composto  dal  promotore,  l’instancabile Roberto Fatigati, presidente dell’Associazione Abruzzesi e Molisani in Friuli Venezia  Giulia,  dal  dirigente  della  Regione Abruzzo Giorgio Chiarini,  dal  capo  dell’Ufficio Emigrazione Giuseppe Leuzzi, e da  Carlo  Gizzi,  funzionario  dell’Ufficio Stampa  della  Giunta  Regionale  che,  da provetto conduttore, ha anche raccordato e presentato i diversi eventi  della giornata.

Un  bel  successo  per  un  esordio. Oltre 300 gli Abruzzesi convenuti in rappresentanza  delle loro  numerose associazioni  - 130 quelle riconosciute e iscritte all’albo regionale,  almeno  tre  volte  tanto  quelle complessivamente attive nel mondo - convocati  dalla Regione  per una giornata di memoria, festa e sopra tutto di ringraziamento per lo straordinario impegno da loro profuso in numerosi gesti di solidarietà verso la città capoluogo regionale e gli altri centri colpiti dal terremoto del 6 aprile 2009. Le loro iniziative di sensibilizzazione, in Italia e all’estero, hanno consentito di raccogliere fondi che una ricognizione di massima stima intorno ai 10 milioni di euro.

Tanti  dunque sono intervenuti in risposta all’appello rivolto da Roberto Fatigati - aquilano, generale dell’esercito in pensione residente a Gradisca d’Isonzo, in provincia di Gorizia - che la Regione Abruzzo ha prontamente raccolto e rilanciato attivando l’Ufficio Emigrazione e le strutture della  Giunta  e  del  Consiglio  Regionale.
È stato proprio Fatigati, con controllata commozione, a richiamare nell’intervento d’apertura le motivazioni  che hanno promosso il Raduno, la necessità che ci fosse un’occasione  ufficiale  e comunitaria  per consentire alla Regione Abruzzo, alla Città dell’Aquila e alle altre istituzioni di incontrare le rappresentanze degli Abruzzesi nel mondo e rivolgere loro, direttamente, il doveroso  ringraziamento  per  l’eccezionale impegno, la  vicinanza morale e l’affetto profusi nei confronti delle popolazioni colpite dal terribile sisma del 2009.

Sentimenti  d’orgoglio  e  di  gratitudine hanno espresso le Autorità presenti: il vice Presidente del CRAM, Franco Santellocco ed i consiglieri Franco Caramanico e Antonio  Prospero,  i  parlamentari  presenti, l’on. Antonio Razzi e il sen. Claudio Micheloni.  Maurizio  Capri  ha  portato  agli Abruzzesi  nel  mondo  il  caloroso  saluto della  Municipalità aquilana,  commossa dalla  generosità e  dall’affetto  dimostrati dagli Abruzzesi con molteplici prove di solidarietà pervenute  da  ogni  angolo  del mondo. La  comunità aquilana  non  potrà mai dimenticarlo e sarà perennemente memore e grata di una così partecipe vicinanza,  che  ha  annullato  barriere  e  distanze.
Pieno di sentimento il saluto del Presidente  del  Consiglio  Regionale,  Nazario Pagano, rivolto agli Abruzzesi convenuti all’Aquila, egli sempre molto attento verso  le  nostre  comunità all’estero  sin  dal giorno del suo insediamento. “Questa iniziativa così importante – ha detto il presidente Pagano le suo intervento - promossa per ringraziare le comunità degli abruzzesi che risiedono all’estero ed in Italia.

(per gentile concessione di Francesco De Bartolomeis - Direttore de La Voce dell'Emigrante)